Campi d'applicazione

Pannelli ignifughi
Applicazioni all'esterno

Proprietà del prodotto

Ampia scelta di decori e finiture
Facile da pulire
Effetto antifinger
Anti-graffiti
Resistente agli UV
Resistenti agli agenti atmosferici
A basso rigonfiamento / resistente all’umidità
Difficilmente infiammabile
Resistente agli urti

Campi d'applicazione

Duropal XTerior compact F soddisfa i requisiti più elevati di resistenza agli agenti atmosferici e UV e grazie alle sue proprietá ignifughe, ai suoi alti valori di stabilità meccanica e alla sua grande versatilità è ottimale per l'uso all'esterno p.es. come facciate, mobili da giardino, pareti frangivista, intradossi di tetti, balconi o attrezzature per parco giochi. Particolarmente resistente e di facile manutenzione grazie al suo effetto antifinger.

Formati

Lunghezza (mm)Altezza (mm)Spessore (mm)Finiture
2.800 2.070 8 | 10 | 12 | 13 | 15 Lato superiore: EM
Lato inferiore: MP

Finiture disponibili

Proprietà del prodotto

Norma prodotto

  • EN 438-6

Supporto

  • Laminato compatto nero ignifugo
  • Laminato compatto con kraft in pasta nera, ideale per applicazioni ad alto impatto nella prevenzione antincendi.

Massa volumica

  • Min. 1.350 kg/m³

Reazione al fuoco

  • Qualità ignifuga
  • B-s1,d0 (EN 13501-1)

Certificazioni CE

  • EN 438-7:2005
  • Pannelli compatti per rivestimenti di pareti e soffitti ad uso esterno (compresi controsoffitti)

Classe formaldeide

  • E1 (EN 717-1)

Sicurezza prodotto

  • La superficie decorativa e l´anima si compongono di piú strati di carta impregnate di resine termoindurenti; queste resine si fondono completamente durante il processo di fabbricazione che sotto l´effetto del calore e dell´elevata pressione si da origine ad un materiale stabile, resistente e irreversibile.
  • Questo prodotto è in conformitá con il REACH CE 1907/2006 un materiale non soggetto ai sensi dell' articolo 7 e alla sua registrazione.

Movimentazione del prodotto

Macchine ed utensili

  • Lavorazione con utensili a metallo pesante sulle tradizionali macchine per la lavorazione del legno.

Bordatura

  • Lavorazione con utensili a metallo pesante sulle tradizionali macchine per la lavorazione del legno.

Ferramenta

  • Con la tradizionale ferramenta, comunemente utilizzata per il legno massiccio e pannelli in legno.

Installazione e montaggio

  • Prima del montaggio è necessario condizionare tutti gli elementi (rivestimento pareti, supporto) per più giorni. Anche i locali devono essere climatizzati a seconda del successivo utilizzo.
  • E' molto importante provvedere ad un'esecuzione e ad un montaggio a regola d'arte conformemente alle ultime tecnologie disponibili.
  • Ad installazione avvenuta bisogna che siano garantiti una buona ventilazione posteriore del pannello e l'equilibrio climatico su entrambi i lati.
    Per garantire una sufficiente circolazione dell'aria l'intercapedine deve essere di almeno 20 mm.
    È importante interrompere le strutture sottostanti che corrono in orizzontale nonché gli zoccoli e le parti superiori del rivestimento della parete in modo tale da garantire la ventilazione verticale.
    Evitare l'ancoraggio diretto sul supporto senza intercapedine d'aria.
  • Ad installazione avvenuta, verificare che la possibilità di movimento del materiale del pannello sia sufficiente. I giunti vanno eseguiti con fughe e fori passanti maggiorati.
  • Assicurarsi che tra tutti gli elementi montati sia garantito un sufficiente gioco termico. In caso di combinazione con altri materiali, considerare i diversi coefficienti di dilatazione.
  • Le pareti nuove (in muratura, cemento o intonaco) contengono notevoli quantità di umidità e prima di essere rivestite con pannelli devono essere completamente asciutte.
  • Proteggere la struttura sottostante dalla corrosione.
  • Il supporto non deve essere né umido né instabile. Assicurarsi che siano rispettate la capacità di carico minima e la sicurezza statica in base all'uso previsto.
  • Evitare l’ esposizione diretta al calore e conseguente essiccamento latente delle superfici tramite radiazione di luce, calore o correnti d’ aria provenienti da impianti di riscaldamento o condizionamento.
  • Ulteriori informazioni tecniche sugli HPL e/o laminati stratificati, sulle loro lavorazioni e consigli applicativi sono disponibili al sito www.ICDLI.com.

Stoccaggio, movimentazione e trasporto

  • Per proteggere le superfici pregiate, Pfleiderer fornisce i lati verniciati con una pellicola di protezione.
  • Tale pellicola protegge la superficie del pannello da eventuali danni meccanici o tracce di sporcodurante le operazioni di trasporto, lavorazione, stoccaggio e montaggio.
  • I pannelli imballati con la pellicola vanno lavorati dopo aver rimosso la pellicola al più tardi 6 mesi dalla consegna.
  • Inoltre, le confezioni sono avvolte con una pellicola estensibile per ridurre la penetrazione dell'umidità.
  • Conservare i pacchi su un supporto piano.
  • I pannelli vanno conservati preferibilmente in posizione orizzontale e senza contatto diretto con il pavimento su supporti di legno asciutti.
  • Utilizzare supporti di legno dello stesso spessore posizionandoli alla stessa distanza l'uno dall'altro (max. 80 cm).
  • Se vengono sovrapposte più pile di pannelli una sopra l'altra bisogna posizionare i supporti in modo perpendicolare uno sopra l'altro. I pannelli devono essere impilati perfettamente a filo per evitare danni ai bordi e agli spigoli non protetti.
  • Il pannello più in alto deve essere coperto a tutta superficie con un pannello o un cartone di protezione. Garantire una distanza sufficiente dalle pareti e dai muri per evitare un contatto diretto con essi.

Pulizia e manutenzione

  • Questi pannelli si contraddistinguono per le loro eccezionali caratteristiche tecniche. Particolarmente resistenti, sono igienici e facili da pulire.
  • Rimuovere il prima possibile eventuali tracce di sporco di qualsiasi natura.
  • Rispettare le seguenti informazioni per una cura e una pulizia ottimali al fine di mantenere a lungo le caratteristiche superficiali.
  • Di norma la pulizia di base delle finiture laccate va eseguita utilizzando ad intervalli regolari con una soluzione di sapone liquido.
  • In caso di sporco molto ostinato si consiglia di lasciare inumidire per poi risciacquare la superficie con acqua calda pulita fino a che non vengano rimossi tutti i residui di detergente.
  • A questo punto asciugare con un panno asciutto possibilmente nella direzione del decoro ovvero in modo uniforme in un'unica direzione per evitare la formazione di aloni.
  • Non utilizzare detersivi e panni o spugne che contengono parti abrasive.
  • Le parti abrasive e/o il loro movimento possono danneggiare in modo irreparabile la delicata finitura della superficie!
  • Evitare anche i cosiddetti detersivi "agli oli balsamici". Le sostanze emollienti in essi contenute creano, infatti, sulla superficie una pellicola difficile da rimuovere.
  • Altrettanto inadatti sono anche i detergenti a base di alcool (ad es. detersivo per vetri) o i detergenti per sole materie plastiche.
  • Evitare inoltre il contatto con detersivi aggressivi o anticalcare e, se proprio inevitabile, limitare il più possibile il tempo di azione. Rimuovere immediatamente eventuali gocce di prodotto.
  • Un'azione prolungata di tali detergenti può causare la formazione di micro fessure o rendere fragile la superficie con la conseguente formazione di macchie o bordi irreparabili.
  • Rispettando le presenti istruzioni, in base alle nostre conoscenze, è possibile mantenere le superfici pulite e in perfette condizioni.

Vorreste saperne di più?

Mettetevi semplicemente in contatto con noi. Siamo a vostra disposizione.

Richieste di prodotto e ufficio commerciale

+49 (0) 9181 28 - 480